Fondato dai Sanniti
Laurino si trova nel cuore del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, arroccato su una collina a ridosso di monte Cavallo.
Il suo nome deriva forse dalla presenza dell'alloro (dal latino laurinus) ma è possibile anche un riferimento alla presenza di monasteri basiliani (laure). Fondato dai Sanniti Pentri, dopo la dominazione romana subì l'influenza di vari popoli barbari. Fece parte del Ducato longobardo di Benevento e poi del Principato di Salerno. Fu inserito nel sistema feudale dai Normanni. Nel 1246 il centro fortificato - fu distrutto da Federico II in quanto aveva parteggiato insieme alla famiglia Sanseverino per la fazione guelfa.
Alla fine del Cinquecento venne disgregato: Laurino passò ai Carafa e successivamente agli Spinelli.


Il patrimonio artistico
Testimonianze del passato sono rappresentate dai ruderi del Castello e dal Palazzo ducale recentemente restaurato.
Fra le molte chiese di rilievo storico-architettonico sono da segnalare: Santa Maria Maggiore, Ognissanti, San Biagio, Santissima Annunziata.
Merita particolare attenzione la Collegiata di Santa Maria Maggiore, che risale al Mille e fu ricostruita nel 1776. Preziose le opere d'arte presenti: il polittico di Cristoforo Faffeo e il cofanetto nuziale in osso e legno pregiato raffigurante le Storie di Paride del XV secolo. L'altare maggiore è di stile barocco e contiene il corpo di San Diodoro. Il coro è di Gerolamo Consulmagno, con stalli lignei del cinquecento.
Da segnalare il Convento di Sant' Antonio da Padova, situato ai piedi del paese, costruito nel XVI secolo come istituto di beneficenza sulle rovine del nosocomio di Sant' Antonio Abate. Dipinti sono presenti anche nelle quattro corsie del portico e riproducono gli stemmi delle famiglie che contribuirono alla costruzione. Al centro del chiostro è situata la cisterna alla quale si attingeva l'acqua.
Adiacente al convento è la Chiesa di Sant' Antonio da Padova, dal pregevole portale ligneo di ingresso, opera di Gerolamo Consulmagno, con figure in bassorilievo. La chiesa ha il soffitto in legno decorato. Di legno scolpito e decorato è anche l'altare maggiore.
In località Pruno, in una piccola grotta meta di pellegrinaggi è situata la statua di Sant' Elena Romitella di Laurino, che vi trascorse molti anni in preghiera in quella angusta dimora. Sempre a Pruno, in una grotta detta "dei Fraulusi", sono stati ritrovati alcuni reperti preistorici, dai quali si desume che la grotta ebbe un uso funerario.

I cenni sulla storia di Laurino sono tratti da "I paesi della Campania" edito dalla Casa Editrice Bonechi


 
Escursioni e visite

 
 

Dall'Hotel-Ristorante La Rupe è semplice raggiungere in pochi minuti i luoghi più belli del Parco del Cilento.
Nelle vicinanze di Laurino è possibile ancora ritrovare una natura incontaminata, squarci di una bellezza rara in cui sono miscelate la creatività imprevedibile della natura e il discreto e sapiente intervento di uomini d'altri tempi.
In definitiva, la stessa cosa che accade nei nostri piatti...

Lasciatevi guidare... Scegliete l'itenario che più fa per voi.
Se siete degli instancabili trekker, potete affrontare i percorsi montani.

Trekking o escursione in Moutain Bike
Partendo dal centro del paese m. 531, attraversando Gorgonero e le coste di Sant' Elena si arriva alla Grava di Vesalo, m.1100 continuando fino alla grotta di Sant' Elena m.1300
Gorgonero
Monte Cavallo
Grotta di Sant'Elena
Grava di Vesalo
 
Vesalo
Monte Cavallo
Cervati
 

Ma se non volete perdere di vista il ristorante e volete che i suoi profumi vi accompagnino in un percorso tra arte e storia nel centro storico del paese, allora il percorso urbano fa per voi:

Laurino: il paese e i suoi monumenti
Palazzo Ducale e vedute panoramiche
Palazzo Ducale
Stemma
Balcone
Corte del Palazzo
 Corte del Palazzo
Ruderi Longobardi
Veduta dal Palazzo
Veduta dal Palazzo
Convento di Sant'Antonio - Altre chiese e i dintorni
 Vista dal paese
Torre Sant'Agostino
Portale
Chiesa Annunziata
 
Portale
Stemma
Panorama
 
   
Cascata sul Calore
Ponte medioevale
   
E' possibile raggiungere mete di interesse storico-paesaggistico con facilità e in poco tempo:
Escursioni in auto o in bicicletta
Oasi wwf 6 km, Piaggine           Gole del Sammaro, 12 km, Sacco
Roscigno Vecchia, 18 km          Grotte di Castelcivita, 38 km
Templi di Paestum, 48 km         Vallo della Lucania, 30 k
m
Oasi WWF
Gole del Sammaro
Roscigno Vecchia
Castelcivita

 
Hotel Ristorante La Rupe di Filizzola Alfonso, Piazza A. Magliani 40, 84057 Laurino (SA)  tel/fax  0974.94.10.64  P.I.04259300657